Tu sei qui

Patto di corresponsabilità educativa

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’ PER LA SCUOLA SECONDARIA

(Art. 3 D. P. R. 21 novembre 2007, n. 235. Delibera del Consiglio di Istituto del 19-10-2010)

Genitori, ragazzi e insegnanti concorrono, con l’assunzione delle rispettive responsabilità, al successo del percorso formativo che si svolge a scuola.

Il Patto Educativo di Corresponsabilità esplicita gli impegni precipui di collaborazione, nel rispetto del proprio ruolo, che tale responsabilità educativa comporta.

La scuola si impegna a:

  • adottare un POF volto a tutelare il diritto ad apprendere, a promuovere il benessere e la realizzazione culturale degli alunni, a valorizzare i loro stili di apprendimento e ad aprirli alla pluralità di idee nel rispetto dell’identità di ciascuno;
  • responsabilizzare gli allievi ad una partecipazione attiva alle proposte educative;
  • creare in classe e a scuola un ambiente educativo sereno, di dialogo e di discussione;
  • intervenire per superare momenti di conflitto o criticità ed eventualmente prendere adeguati provvedimenti disciplinari.

Nel loro rapporto con gli alunni e le alunne, gli insegnanti saranno attenti a organizzare le lezioni in modo da adeguare le attività didattiche ai ritmi e ai tempi di apprendimento degli alunni; distribuiranno i carichi di lavoro in modo equilibrato e aiuteranno gli studenti a superare le difficoltà attivando percorsi individualizzati; programmeranno offerte formative aggiuntive integrative e di recupero.

Nel loro rapporto con le famiglie gli insegnanti saranno attenti garantire la trasparenza e tempestività della valutazione, chiarendo le modalità e motivando i risultati; avranno cura di informare i genitori sui dati delle assenze e dei ritardi; rispetteranno la vita privata di alunni e famiglie, non divulgando informazioni.

La famiglia si impegna a:

  • collaborare con la scuola nell’azione educativa e didattica, rispettando la libertà d’insegnamento e la competenza valutativa di ogni docente;
  • acquisire informazioni sulla proposta formativa della scuola prendendo visione dei documenti, condividerla e discuterla con i figli;
  • responsabilizzare i figli ad una partecipazione attiva alle proposte della scuola;
  • condividere e sostenere le linee educative dell’istituto;
  • condividere l’azione educativa l’azione educativa della scuola anche quando sanziona i comportamenti non rispettosi delle norme e dei doveri.

Nel suo rapporto con la scuola la famiglia parteciperà in modo attivo alle riunioni previste; sarà attenta a controllare il diario e il quaderno delle comunicazioni scuola-famiglia; controllerà la frequenza regolare dei figli e il loro lavoro scolastico stimolando la motivazione e l’applicazione allo studio, lo svolgimento dei compiti; vivrà in modo sereno ed equilibrato le valutazioni date dai docenti, accettare gli eventuali insuccessi scolastici aiutandolo a migliorare il rendimento; si impegnerà a discutere con i figli eventuali provvedimenti aiutandoli a superare conflitti e criticità ed eventualmente a risarcire i danni arrecati dai figli ai sussidi didattici.

Gli studenti si impegnano a:

  • collaborare con la scuola perché la sua azione educativa e didattica lo aiuti nella crescita personale e culturale;
  • partecipare in modo attivo alle attività scolastiche;
  • favorire con il proprio atteggiamento uno svolgimento proficuo dell’attività didattica;
  • rispettare le regole della scuola.

Per questo ogni studente si impegnerà a partecipare alle attività proposte dalla scuola finalizzate a frequentare regolarmente evitando ritardi; a portare sempre il materiale didattico; a studiare con serietà e diligenza impegnandosi a recuperare eventuali insufficienze, facendo leva sulle proprie risorse, utilizzando al meglio i servizi della scuola e gestendo responsabilmente gli impegni scolastici ed extra scolastici; a vivere con fiducia verso i docenti le valutazioni assegnate; a coinvolgere i genitori nel dialogo con la scuola.

Si impegnerà inoltre a mantenere un comportamento educato verso i compagni e verso il personale scolastico; a conoscere l’organizzazione scolastica, il regolamento e le disposizioni organizzative; a condividere la responsabilità di avere cura dell’ambiente scolastico, dei sussidi e dei materiali che in esso si trovano.

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA’ PER LA SCUOLA PRIMARIA E PER LA SCUOLA DELL’INFANZIA

(Art. 3 D. P. R. 21 novembre 2007, n. 235. Delibera del Consiglio di Istituto del 19-10-2010)

Genitori bambini e insegnanti concorrono, con l’assunzione delle rispettive responsabilità, alla realizzazione del percorso formativo scolastico.

Il Patto Educativo di Corresponsabilità esplicita gli impegni reciproci di collaborazione, nel rispetto del proprio ruolo, che tale responsabilità educativa comporta.

La scuola si impegna a:

  • instaurare un dialogo costruttivo con le famiglie per contribuire alla realizzazione dei percorsi educativi e didattici previsti dal Piano dell’Offerta Formativa della scuola;
  • promuovere il benessere di ogni bambino e bambina con sé stesso, con gli altri e nell’ambiente;
  • promuovere esperienze che abbiano come fine il consolidamento dell’identità, la conquista dell’autonomia, l’acquisizione del sapere e del saper fare;
  • promuovere le prime forme di Educazione alla Cittadinanza attraverso esperienze di convivenza responsabile;
  • tenere conto, nei processi d’insegnamento, della diversità e della pluralità dei ritmi e dei tempi di apprendimento dei bambini al fine di consentire a tutti pari opportunità;
  • valutare con regolarità, trasparenza, equità e a comunicare periodicamente gli esiti degli apprendimenti e del comportamento;
  • avviare nel bambino un processo di autovalutazione per una migliore consapevolezza di sé;
  • comunicare periodicamente l’evoluzione degli apprendimenti e del comportamento;
  • portare a conoscenza delle famiglie il Piano dell’Offerta Formativa e tutte le iniziative in modo da favorire la loro più ampia partecipazione.

I genitori si impegnano a:

  • instaurare un dialogo costruttivo con i docenti per contribuire alla realizzazione dei percorsi educativi e didattici previsti dal Piano dell’Offerta Formativa della scuola;
  • collaborare nel far comprendere al proprio figlio l’importanza che riveste il rispetto delle persone “senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”;
  • comprendere e far comprendere le regole di convivenza democratica in particolare per ciò che riguarda la risoluzione dei conflitti e il confronto con il punto di vista altrui;
  • condividere le linee educative e le norme della convivenza democratica al fine di favorire il benessere del bambino e della bambina e il suo star bene a scuola;
  • informarsi regolarmente sui progressi di apprendimento e sul comportamento del proprio figlio;
  • vigilare sull’impegno nello studio (per la scuola primaria) e a garantire una frequenza regolare;
  • rispettare i regolamenti della scuola, (orari, modalità di accesso e di uscita, mensa, ecc...);
  • partecipare ai momenti della vita democratica della scuola: elezioni scolastiche, riunioni degli organi collegiali e incontri informativi;

Gli alunni si impegnano a:

  • rispettare i compagni, i docenti e il personale scolastico;
  • rispettare le regole della scuola e della classe;
  • rispettare il proprio materiale, quello dei compagni e le strutture della scuola;
  • partecipare nel modo migliore e secondo le proprie potenzialità alle diverse attività che la scuola propone.
AllegatoDimensione
PDF icon patto-educativo-corresponsabilita.pdf179.78 KB

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver.7.60 del 18/10/2018 agg.25/10/2018